Dieta Tisanoreica

La linea è una delle ossessioni degli uomini e delle donne di ogni tempo. Oggi, nel mondo delle immagini patinate, possiamo quasi dire che questa attenzione si è ulteriormente acuita. Un fisico snello e tonico è il sogno di tutti, ma è davvero difficile raggiungere questi risultati senza sacrifici e fatica continua: in realtà, c’è un imprenditore italiano, Gianluca Mech, che ha ideato un metodo naturale che permette di raggiungere questi risultati senza eccessiva fatica.

I principi essenziali della dieta tisanoreica

Gianluca Mech, fondatore e proprietario della omonima compagnia, ha congegnato infatti una dieta dimagrante fortemente naturalistica, associata alla assunzione di amminoacidi essenziali ed erbe officinali da lui studiate, selezionate e preparate. Tale metodo ricorre in particolare all’utilizzo di estratti ottenuti attraverso la cosiddetta decottopia, tecnica erboristica, questa, che è stata tramandata nei secoli.

dieta tisanoreicaEssa permette di derivare gli estratti liquidi dei principi attivi di oltre dieci piante, senza utilizzare assolutamente né zuccheri, né alcool, né conservanti. Il ricorso a questi estratti non è però sufficiente, perché secondo il metodo di Gianluca Mech essi devono essere accompagnati da una dieta ipoglucidica, altamente dimagrante.

Con il termine dieta ipoglucidica si intende un regime alimentare povero di glucidi, che ha il compito di indurre la via metabolica della chetosi: in questa situazione l’organismo, che non riceve una quantità sufficiente di carboidrati, brucia ancora più grassi per ottenere maggiore energia.

Nessun eccesso di proteine

Il metodo di Gianluca Mech permette oltretutto di godere di una corretta e funzionale dieta ipoglucidica, senza al contempo perdere il buon sapore dei cibi: infatti, i preparati idrosolubili di Mech, ottenuti a base di fitoestratti, imitano ottimamente il gusto dei cibi permettendo di dimenticare le difficoltà proprie di affrontare una dieta.

Inoltre, di solito le diete ipoglucidiche sono caricate eccessivamente di proteine: invece, il metodo naturalistico di Gianluca Mech non è assolutamente iperproteica, in quanto rimane pur sempre entro i limiti massimi definiti di proteine che sono raccomandata dalle migliori linee guide nutrizionali. Riprendendo le parole di Gianluca Mech, la sua è invece una dieta fito-chetogenica, che definiscono l’ottimale connessione tra i processi dell’organismo derivati dalle assunzioni della dieta tisanoreica.

Come funziona la dieta tisanoreica?

come funziona dieta tisanoreicaInnanzitutto, la durata stessa della dieta tisanoreica può variare fortemente, sulla base di una molteplicità di variabili. Si passa, infatti, da un ciclo a regime regolare o normale della durata totale di 20 giorni, fino a un ciclo intenso, se vogliamo “d’urto”, pari a 40 giorni.

Sia ben chiaro che, prima di poter cominciare a seguire il metodo naturalistico di Gianluca Mech, è necessario che otteniate un certificato di idoneità da parte del vostro medico curante, oppure dal Centro Dieta Tisanoreica.

I rischi della dieta tisanoreica per dimagrire

Tale certificato o permesso si rivela quanto mai necessario se si pensa che esistono anche rischi nel percorrere la via della dieta tisanoreica. In particolare, si possono evitare alcune categorie di soggetti a rischio.

Iquali, al di là della stessa prevalente opportunità di evitare di ricorrere alla dieta tisanoreica, dovranno perlomeno consultare con estrema attenzione il proprio medico curante. La dieta tisanoreica va in particolare evitata per le seguenti categorie di persone:

  • Donne in gravidanza
  • Uomini o donne già magri
  • In concomitanza con diabete o malattie cardiache

La procedura dimagrante e il funzionamento della dieta tisanoreica

La dieta tisanoreica di Gianluca Mech consiste sostanzialmente di tre fasi. Prima di analizzare il susseguirsi di queste tre fasi.

Bisogna ricordare che è possibile doversi sottoporre a un ciclo disintossicante di breve durata, pari a qualche giorno, al fine di preparare in modo adeguato il vostro corpo alla dieta. Le tre fasi possono essere elencate come segue:

La fase intensiva

La prima fase è la cosiddetta fase intensiva. Essa è la fase iniziale, che induce nel corpo di chi si sottopone alla dieta il processo di chetosi, e può durare circa da 7 giorni a 3 settimane. Pare in realtà opportuno consigliare una diversificazione in base a quello che è l’obiettivo che la singola persona in concreto decide di porsi:

  • Se l’obiettivo è quello di perdere da 1 a 4 chili, la durata consigliata sarà pari a una settimana
  • Se l’obiettivo è quello di perdere da 5 a 7 chili, la durata consigliata sarà pari a due settimane
  • Se l’obiettivo è quello di perdere da 8 a 10 chili, la durata consigliata sarà pari a tre settimane

Nella fase intensiva, l’obiettivo della dieta tisanoreica di Gianluca Mech consiste nella eliminazione dei carboidrati e di una buona parte dei grassi. È permesso, senza alcun dubbio, mangiare carne, uova e pesce una volta al giorno, e verdure senza alcun limite particolare.

In aggiunta a questo, è prevista l’assunzione di 4 pietanze tisanoreiche; esse, nel linguaggio tecnico della dieta di Mech, vengono identificate come PAT (ossia, Porzione Alimentare Tisanoreica). Tali pietanze tisanoreiche sono composte da decotti di erbe, ottenuti secondo il metodo prima richiamato, e integratori alimentari proteici.

La fase di stabilizzazione

Questo secondo stadio della dieta tisanoreica permette di uscire dallo stato della chetosi, indotto dalla prima fase, e di preparare gli step fondamentali per un percorso alimentare pienamente equilibrato. La fase di stabilizzazione ha una durata che varia da 1 a 3 settimane totali: in tale fase i carboidrati a basso indice glicemico vengono reintrodotti nella dieta.

Il numero di PAT (ricordiamo, pietanze tisanoreiche) che dovranno essere assunte ogni giorno diminuisce invece da 4 al giorno a 2 al giorno. I carboidrati ad alto tasso glicemico devono invece essere assolutamente evitato: non dovranno essere assunti zuccheri, alcool o la frutta.

La fase di mantenimento

Nel momento in cui le precedenti fasi siano state completate con successo, e quindi la persona ha raggiunto il peso forma desiderato, ha inizio la terza e ultima fase della dieta tisanoreica di Gianluca Mech: ossia, la cosiddetta fase di mantenimento.

Essa ha l’obiettivo di mantenere costante il peso della persona, ed evitare il riacquisto dei chili persi: a tal fine, è necessario un continuo monitoraggio e conteggio della calorie assunte ogni giorno. In tale fase è consigliabile proseguire con l’assunzione di appositi estratti tisanoreici, per controllare la fame e depurare l’organismo.

Visto che potrebbe non essere semplice comprendere l’evoluzione di questo procedimento, una sintetica tabella potrebbe aiutarci a riassumere il tutto.

Fase
Durata della fase
Contenuto della fase
IntensivaDa 1 a 3 settimaneInduzione della chetosi nel corpo
Di stabilizzazioneDa 1 a 3 settimaneInterruzione della chetosi e ripresa del ritmo normale
Di mantenimentoContinuaMantenere costante il peso della persona